Universo in Gita: Fotografia

Blog

(ENGLISH VERSION BELOW)

Mercoledì 16 gennaio abbiamo visitato due mostre fotografiche per la nostra attività settimanale di Universo in Gita.

yy

La prima mostra si chiamava “VIP – Very Important Persons”. La mostra è nata grazie ad una collaborazione tra il Comune di Bologna e ASP Città di Bologna, con l’aiuto del fotografo Francesco Guidicini per rappresentare un aspetto fondamentale dei percorsi di inclusione e integrazione delle persone accolte nel progetto SPRAR – SIPROIMI. Questo progetto era interamente dedicato al tema dell’ospitalità in un’area metropolitana come Bologna e nel particolare, lo sguardo era posto sul rapporto tra le persone. Per coloro che sono interessati a visitarla, la mostra durerà fino al 13 febbraio e si trova in Via Santo Stefano 119, a Bologna.

y

La seconda mostra che abbiamo visitato si trovava nella Galleria Temporanea e in questo caso abbiamo visto una raccolta di fotografie del fotografo bolognese Paolo Gotti. La sua collezione si chiama “Crossing Borders” e l’intenzione era quella di rappresentare il superamento dei limiti e dei confini, siano essi geografici, geopolitici, culturali, sociali o mentali. Oltre a questa collezione, erano esposte anche altre fotografie, sempre di Paolo Gotti, appartenute a precedenti collezioni. Grazie alle fotografie, è riuscito a trasmettere un miscuglio interessante capace di suscitare emozioni, di vivere i colori e lo spazio.

yyy

Nel mondo globalizzato in cui viviamo oggi, i confini sono molto presenti nella vita quotidiana. Questo può essere preso alla lettera, ad esempio con i confini nazionali, ma possiamo anche vederli nel nei confini culturali e linguistici, come sperimentiamo qui ad Universo. Il nostro lavoro si concentra sul superamento di questi tipi di confini e sulla consapevolezza del fatto che esistano spesso molti più limiti di quelli di cui ci rendiamo conto, specialmente per coloro meno fortunati della maggior parte di noi. Ecco perché cerchiamo di aiutare quante più persone possibili con l’integrazione nella società italiana di oggi, senza perdere l’importanza del loro patrimonio e del loro background. Per coloro che sono interessati, questa mostra si trova in Via Orfeo, 4 / A (Bologna) e durerà fino al 28 febbraio.

ENGLISH VERSION

On Wednesday the 16th of January, we visited 2 photo exhibitions for our weekly Universo in Gita activity.

yy

First we walked to an exposition called ‘VIPS – Very Important Persons’. The exhibition was a collaboration between the Municipality of Bologna and ASP Città di Bologna with the help of the photograper Francesco Guidicini to represent a fundamental aspect of the pathways for inclusion and integration of people that were welcomed in the project called SPRAR – SIPROIMI. This project was fully dedicated to hospitality in a metropolitan area like Bologna, namely the relationship between people. For those that are interested in visiting, the exhibition runs until the 13th of February and is located in Via Santo Stefano 119, Bologna.

y

The second exhibition we visited was located in Temporary Gallery. Here we saw a collection of photograps from the Bolognese photographer Paolo Gotti. His collection is called ‘Crossing Borders’ and stands for overcoming limits and boundaries, whether they are geographic, geopolitical, cultural, social or even mental. Besides this collection, also pictures of previous collections from this photographer were shown. It created a very interesting mix of emotions, colors and space.

yyy

In the globalised world that we live in today, borders are very present in our daily lives. This can be taken literally, with country borders for example. But we can also see it in overcoming cultural and linguistic boundaries, like we experience here at Universo. Our work is focused on overcoming those kinds of boundaries and making others aware of the fact that there are much more boundaries set in place than we often realize, especially for those less fortunate than most of us. That’s why we try to help as many people as possible with the integration in the Italian society of today without losing their own heritage and background. For those interested, this exhibition can be found in Via Orfeo, 4/A and runs until the 28th of February.

Advertisement

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s